Search
Filters
Close

Il negozio si fa digital: breve guida pratica al local digital marketing

Local digital marketing

 

Sono tantissime le aziende, sia grandi che piccole, che fanno uso dei social media per comunicare con i clienti. Chi con più o meno followers, con una frequenza di pubblicazione di post più o meno intensa: è sufficiente fare una rapida ricerca per rendersene conto. Indispensabile, nell’epoca moderna, è esserci, farsi trovare nel momento in cui le persone hanno bisogno di te. 

 

C’è un momento che viene chiamato zero moment of truth che, secondo le teorie classiche del marketing, è il primo momento della verità tra prodotto e utente, ed è definito quando avviene l'incontro reale, in negozio.

In realtà nel mondo digital tutta questa procedura non è più centrale. Secondo Google “The ZMOT refers to the moment in the buying process when the consumer researches a product prior to purchase”. Vale a dire che il primo e importante incontro tra il consumatore e il prodotto avviene durante la ricerca prima dell’acquisto. Per un’azienda locale quindi è interessante cercare di rientrare nel flusso delle informazioni con cui l’utente entra in contatto sul web, prima ancora di interessarsi a se, dove e quando acquistare un determinato prodotto.

Facebook, Instagram, Google, TripAdvisor, sono solo alcuni dei mezzi che puoi sfruttare per intercettare i potenziali clienti direttamente sul web. Ovviamente non basta la semplice presenza online: condividi contenuti, crea interesse intorno a quello che proponi e stimola le interazioni.

 

Alcuni consigli pratici

Sii autentico: attira maggiore interesse una fotografia di un prodotto non perfetta ma vera, piuttosto che una fotografia che è stata palesemente scaricata dal web. Se poi è accompagnata da un testo scritto di tuo pugno, il risultato sarà autentico e assolutamente inedito.

Condividi contenuti di valore: nel momento in cui prepari il testo di un post per i tuoi profili social, pensa sempre al fatto che esso deve rivelarsi di aiuto o di interesse per l’utente che lo sta leggendo. Per esempio puoi parlare delle funzionalità, delle caratteristiche “nascoste” di un prodotto che il tuo negozio vende, oppure puoi presentare un nuovo articolo. 

Crea promozioni dedicate: si tratta di una buona procedura per incrementare l’interesse dei followers verso il tuo negozio fisico. Puoi condividere un codice sconto sulla tua pagina Facebook o Instagram, che sarà utilizzabile in negozio esclusivamente dai tuoi follower.
Oppure puoi offrire loro la possibilità di provare e acquistare un nuovo prodotto in anteprima. La creazione di promozioni dedicate solo ed esclusivamente ai propri fan gratificherà chi ormai vi segue da tempo sui social, e farà in modo che chi ancora non vi segue sia spinto a farlo per accedere alle iniziative e promozioni in esclusiva.

Go live: la possibilità di realizzare video in diretta dal negozio, permette di raccontare in maniera trasparente i prodotti e servizi, in una forma che gli utenti sempre maggiormente apprezzano. Non c’è bisogno di alcuna regia e post produzione, ma soprattutto, come sottolinea il primo punto, sono autentici, veri. 

 

Parlando di visibilità della propria attività utile a intercettare nuovi clienti, i manifesti affissi alle vetrine e ai pannelli pubblicitari cittadini, o gli inserti sul giornale locale, saranno sempre una valida soluzione per fare pubblicità, ma occorre tenere a mente che il mondo digital offre numerose “vetrine” virtuali su cui apparire con le stesse finalità della pubblicità tradizionale, anche quando l’inserzione si rivolge a un pubblico locale. Queste “vetrine” ben esposte sul web, entrano a contatto con un grandissimo numero di persone. E questo è un dato rilevante.

 

Mi riferisco alle inserzioni Facebook e Instagram e alle inserzioni Google

La differenza con la pubblicità tradizionale è che questi strumenti danno la possibilità di definire con precisione chi entrerà a contatto con l’inserzione, di monitorarla e di misurarne poi i risultati tramite dati e statistiche.

Anche con minimo budget da investire, dopo aver preso confidenza con la pubblicazione di contenuti sui social media, è possibile progettare campagne pubblicitarie direttamente da essi. La possibilità di personalizzare la geolocalizzazione degli utenti, i loro dati demografici e gli interessi che Facebook ha catalogato, ti aiuta a raggiungere con più sicurezza chi può dimostrare interesse verso i tuoi prodotti.

Gli aspetti da esplorare e sviluppare per creare una campagna online di successo sono numerosissimi. Prova a iniziare impostando il Business Manager di Facebook, lo strumento Facebook gestisce tutto quello che ruota intorno alla tua pagina business, e Google Ads, lo strumento Google che gestisce le campagne pubblicitarie dedicate alla tua attività commerciale.

 

Attuare una strategia di Local Marketing, in conclusione, è la soluzione perfetta per chi punta sulla fisicità del proprio negozio, sulla qualità dei prodotti e dei servizi offerti e sul rapporto che si crea con il cliente, anche quando esso nasce da un social network. L’evoluzione tecnologica e multimediale non deve essere necessariamente vista come un ostacolo, un bastone tra le ruote per il proprio negozio, ma può rivelarsi una vera e utilissima alleata!

 

 

Leave your comment