Cerca
Filters
Close

Social media e Local Marketing: strategie per promuovere le piccole attività

Social Media e Local Marketing

 

Nella società contemporanea sempre più avanzata dal punto di vista multimediale, sviluppando i canali digitali, è possibile raggiungere nuovi clienti mettendo in bella mostra il negozio non solo tramite la vetrina fisica ma anche sul trafficatissimo mondo digitale.

Con canali digitali intendiamo social media come Facebook o Instagram, ma anche TripAdvisor per le recensioni o Google My Business.
Una ricerca di Google sostiene che il 64% degli utenti mobile, quando decide di acquistare in un negozio, fa ricerche su Google per trovare idee su cosa e dove acquistare. Allora il 76% che ha cercato un prodotto o un servizio su Google, entrerà nel negozio locale che lo ha più convinto online entro circa 24 ore dalla ricerca mentre il 28% di essi farà un acquisto.

È quindi di centrale importanza essere prima di tutto rintracciabili sia fisicamente che online: se l’utente non riuscisse a trovare sul web le informazioni che sta cercando, difficilmente egli aprirà un elenco telefonico per verificare che effettivamente il tipo di servizio o prodotto che ha cercato non sia presente in una determinata zona. Allo stesso tempo, in una società che trascorre tantissimo tempo consultando i social media, questi ultimi possono rivelarsi un’ottima e trafficata “piazza” su cui promuovere la propria attività. 

 

Partiamo dal presupposto che la vendita online non soppianterà mai la vendita in negozio: la necessità di stringere relazioni, di avere un confronto vero, di persona è un'esigenza insita nell'animo umano e sempre sarà così. Dal momento che però il web esiste ed è utilizzato da numerosi utenti, perché lasciarsi sfuggire l’occasione di sfruttarlo a proprio vantaggio?

 

Come sviluppare la propria attività online nell’ottica del Local Marketing e della promozione degli esercizi commerciali di quartiere?

 

Innanzitutto conviene registrare la presenza del proprio negozio a un determinato indirizzo per dare la possibilità agli utenti di raggiungerlo, all’occorrenza, anche tramite Google Maps. Per farlo è sufficiente rivendicare la proprietà dell'attività su Google My Business per compilarne la scheda con i vari dati necessari. Quando Google avrà verificato e approvato le informazioni, allora esse saranno visibili sulla rete di ricerca Google e su Google Maps. Tramite Google My Business è possibile anche visualizzare e rispondere alle recensioni dei clienti.

 

Una volta impostate le informazioni di base di un’attività su Google My Business, perché non avventurarsi nell’apertura di una pagina sui social network? Lì sarà possibile creare contenuti interessanti da condividere con tutti i clienti e potenziali clienti per appassionarli e mantenerti in contatto con loro!

Ricorda che dietro ogni account social c’è una persona vera, che legge, commenta, condivide, richiede informazioni in chat. Scrivere su un social quindi equivale a parlare direttamente al pubblico, con però la grande differenza che qui, prima di arrivare a comunicare qualcosa all’utente, è necessario conquistare la sua attenzione in mezzo a una grande quantità di altri contenuti. Per questo ti consiglio di dedicare un po’ di tempo a progettare dei contenuti che possano risultare di valore, dei consigli utili, delle promozioni speciali: non è necessario sopraffare gli utenti riempiendo quotidianamente la tua (e la loro) bacheca di numerosi post.
Concentrati sulla qualità piuttosto che sulla quantità. La vita in negozio inoltre offre facilmente spunti su nuovi contenuti da pubblicare per coinvolgere il pubblico. In poche parole, crea dei post che possano attirare l’attenzione dell’utente e che, una volta letti, possano risultare utili e interessanti.

Scrivendo ogni post con questo obiettivo ben presente, sarà più facile coinvolgere positivamente gli utenti, i quali aspetteranno di leggere le tue prossime notizie!

 

Nel momento in cui pubblichi un post promuovendo i tuoi prodotti, se vuoi dare la possibilità al cliente di acquistarli direttamente dal suo smartphone, puoi inserirli nello shop di Facebook e Instagram e taggarli direttamente nel post, come si fa con le persone! Lo shop dà la possibilità di scegliere se indirizzare gli utenti poi a terminare l’acquisto sul sito web aziendale, oppure tramite messaggio su Whatsapp o Messenger. In questo modo anche chi non è provvisto di un e-commerce ha la possibilità di collegare i propri prodotti ai post sui social e provare a venderli!

Parlando invece di interazioni, portare il coinvolgimento degli utenti fuori dal social network e direttamente in negozio è possibile. Non c’è una regola stabilita da seguire: per esempio puoi condividere un codice sconto sulla tua pagina Facebook o Instagram, che sarà utilizzabile in negozio dai tuoi follower che lo hanno intercettato sui social. Oppure puoi offrire ai tuoi seguaci la possibilità di provare e acquistare un nuovo prodotto in anteprima. 

La creazione di promozioni dedicate solo ed esclusivamente ai propri fan gratificherà chi ormai vi segue da tempo sui social, e farà in modo che chi ancora non vi segue sia spinto a farlo, per accedere alle iniziative e promozioni in esclusiva per fan e follower.

In questo modo potrai creare una sincronia tra negozio e contenuti web, per far sì che gli uni supportino l’altro e viceversa. 

 

Attuare una strategia di Local Marketing, in conclusione, è la soluzione perfetta per chi punta sulla fisicità del proprio negozio, sulla qualità dei prodotti e dei servizi offerti e sul rapporto che si crea con il cliente, anche quando esso nasce da un social network. L’evoluzione tecnologica e multimediale non deve essere necessariamente vista come un ostacolo, un bastone tra le ruote per il proprio negozio, ma può rivelarsi una vera e utilissima alleata!

 

Lascia un commento