Cerca
Filters
Close

Gli anziani e le moderne tecnologie

Sono ormai numerosissimi gli over 65 italiani al passo con i tempi, che possiedono e utilizzano con disinvoltura uno smartphone o altri device.

Diversamente dai loro nipoti che sono nati e cresciuti nell'era multimediale, tutti gli anziani in un primo momento hanno faticato ad entrare in confidenza con le nuove tecnologie. Si parlava difatti (e, erroneamente, spesso si parla ancora) di divario digitale. I numeri però parlano chiaro, e la percentuale di utenti anziani convertiti al mondo della tecnologia è sempre più in crescita.

Figli e nipoti hanno contribuito a questa sorta di "educazione digitale", insegnando ai propri genitori e nonni come muoversi a proprio agio tra gli innumerevoli canali e risorse che le nuove tecnologie offrono. Esse sono largamente apprezzate dalla popolazione più giovane e, una volta conquistata la giusta confidenza, anche i più anziani non ne possono più fare a meno.
D'altronde le opportunità che i moderni device mettono a portata di clic sono impareggiabili: mantenere le relazioni anche quando si è distanti, ritrovare amicizie perse nel tempo ma anche molto più semplicemente eseguire operazioni bancarie comodamente seduti sul proprio divano.
In questo periodo di emergenza sanitaria, moltissime famiglie hanno fatto e continuano a fare grande uso delle moderne tecnologie, per mantenersi in contatto e darsi conforto nei momenti difficili, riconoscendone l'importanza e il ruolo fondamentale.

Senior e tablet

Quindi gli anziani sono più digital di quanto si è abituati a pensare? In linea di massima assolutamente sì!

Bisogna riconoscere il ritardo di una parte di essi nell'approccio alle moderne tecnologie, riconducibile anche al loro livello di istruzione. Tuttavia questo ritardo si sta piano piano colmando grazie anche alla voglia di una buona parte dei "nonni" di mettersi in gioco e non essere esclusi dalla società moderna. Anche ai nonni piace ricevere aggiornamenti sui loro figli e nipoti quasi in tempo reale sui social media!
Si è quindi sviluppato un florido mercato di apparecchiature tecnologiche progettate appositamente per i più anziani, che mettono al centro della ricerca le loro necessità.

Selfie tra nonni e nipoti

Se decido di regalare un dispositivo a un genitore anziano o a un nonno o a una nonna, allora è meglio evitare il classico smartphone e valutare un apparecchio studiato per la terza età? Tutto dipende dalla dimestichezza che si ha con la tecnologia.
Nel momento in cui si acquista un device per un anziano, occorre ricordare le difficoltà che potrebbe incontrare nel suo utilizzo. Non è strettamente necessario che il dispositivo sia super performante, soprattutto per chi è alle prime armi, bensì è più utile che il prodotto esponga le sue funzionalità in modo chiaro e leggibile.

Si può dare precedenza a dispositivi con lo schermo grande, che possano accogliere caratteri di testo di facile lettura e pulsanti chiari e ben visibili.
Altre caratteristiche che possono tornare utili, per esempio quando si parla di smartphone, sono la presenza di una tastiera fisica che emetta un suono ogni volta che viene premuto un tasto, perché l’utente potrebbe incontrare difficoltà nell’utilizzo del touch screen, oppure l'audio molto elevato per coloro che hanno problemi di udito e una batteria di lunga durata. Questo perché gli anziani hanno giustamente meno dimestichezza con gli smartphone, quindi può essere che non ci sia un power bank a portata di mano come succederebbe con un utente più giovane.
Se i figli o i nipoti si occupano della configurazione del dispositivo, allora possono tenere conto delle funzioni multimediali più utili al diretto interessato e permettergli di raggiungerle in modo facile e veloce. Stiamo parlando per esempio della fotocamera piuttosto che dei giochi o dei social network.

 

Dopo aver acquistato ed impostato il device, non resta che scoprire i vantaggi che esso può apportare alla vita di un anziano anche in termini di qualità!

Il rapporto anziani e tecnologia può rivelarsi una combinazione vincente, grazie alle opportunità di socializzazione che essa offre e ai dimostrati benefici per la salute.
Utilizzare con frequenza dispositivi tecnologici permette agli anziani di mantenere la mente fresca e al passo con i tempi, migliorandone le capacità cognitive. Grazie allo scambio intergenerazionale è possibile perfezionare le competenze di un anziano nell'approcciarsi alla tecnologia, e prevenire l'emarginazione sociale e il senso di solitudine che purtroppo spesso li colpisce

Senior e telefono

Nel senso più pratico delle cose, Internet permette di mantenersi in contatto con amici e familiari anche quando si trovano dall'altra parte del mondo, permette di mantenersi informati consultando riviste e giornali online che possono anche essere facilmente ingrandite (a differenza delle loro versioni cartacee) per favorirne la leggibilità. Permette inoltre di sbrigare operazioni burocratiche, prenotare visite mediche, acquistare beni di conforto e molte altre cose che, altrimenti, bisognerebbe svolgere di persona.

I fattori positivi sul piatto della bilancia sono numerosi. Tuttavia bisogna ricordare che in Internet occorre navigare con attenzione, per assicurarsi di non incappare in e-mail truffa, informazioni mediche errate o applicazioni dannose per i propri dati sensibili. Per ovviare al problema esistono numerosi programmi e corsi inerenti l'alfabetizzazione digitale della terza età, anche se forse i maestri più preziosi sono proprio i figli e nipoti che pazientemente li accompagnano nel loro viaggio nell'era digitale.

Lascia un commento